Top 5 bars & restaurants for alternative payments

CATEGORY / Food & Beverage TAGS / alternative payment, exchange, food, top 5 Fractals LAB / Gourmand DATE / maggio 17, 2019

Volete prendervi un caffè ma avete dimenticato il portafoglio a casa? Niente panico: contanti e carte di credito non sono più l’unico modo per farlo.

Un trend emergente con buone prospettive di crescita vede bar, ristoranti e hotel offrire ai propri clienti metodi di pagamento alternativi quali l’attività fisica, la cultura o addirittura la popolarità online.

Eccovene cinque degni di attenzione.

1. THE RUNAWAY – PAGA CON I CHILOMETRI CORSI

Schermata 2019-05-17 alle 12.23.00
New Balance ha recentemente aperto a Londra il suo primo pub in collaborazione con Strava (una app di tracking per le attività sportive). Interamente pensato per i partecipanti ad una maratona primaverile, il bar dava agli atleti la possibilità di scambiare i chilometri fatti correndo con birre gratis. Funzionava così: attraverso la app, le persone potevano partecipare a quattro diverse sfide, tutte incentrate sul raggiungimento di determinati obiettivi durante l’allenamento per la maratona. Accettandole, si riceveva in automatico la cosiddetta Runaway Card su cui, sincronizzandosi con Strava, venivano “caricati” i chilometri corsi. In base ad essi, presentando la Card al pub, si riceveva una quantità variabile di pinte.

2. THIS IS NOT A SUSHI BAR – PAGA CON I FOLLOWER SU INSTAGRAM 

Schermata 2019-05-17 alle 12.23.15



In questo ristorante giapponese di Milano la popolarità sul web è merce di scambio: più follower hai su Instagram, meno paghi per il cibo. Tutto quello che bisogna fare è scattare una foto del proprio piatto e caricarla su Instagram con l’hashtag #thisisnotasushibar. Mostrandola in cassa, verrà calcolata la vostra percentuale di sconto in base alla reach del post. Per esempio, se avete tra i 1.000 e i 5.000 follower, avrete un piatto gratis. Se ne avete tra 5.000 e 10.000, ne riceverete due. Tra i 10.000 e i 50.000 follower vi risparmierete il costo di quattro piatti e ne avrete addirittura otto in omaggio se vi seguono tra 50.000 e 100.000 persone. Ci spiace, però, informarvi che soltanto chi ha più di 100.000 follower ha diritto all’intero pasto gratis.

3. SHIRU CAFÉ – PAGA CON I DATI PERSONALI

Schermata 2019-05-17 alle 12.23.27


Questa catena di caffetterie giapponese, che ha 21 sedi sparse tra il Giappone e l’India ed è recentemente atterrata negli States, vi offre caffè gratis a cambio dei vostri dati personali. Occhio, però: le sedi sono tutte in campus universitari e possono usufruire dell’offerta soltanto gli studenti e il personale della facoltà. 
Chi decide di cedere i propri dati dovrà farlo compilando un questionario online con informazioni sensibili quali nome, data di nascita, e-mail, nazionalità ed esperienza lavorativa. In cambio, non dovrà pagare per la sua dose giornaliera di caffeina. Contrariamente a quanto possiate pensare, i dati forniti vengono usati solo in parte dagli inserzionisti per la pubblicità sul sito web: la finalità principale è infatti quella di agevolare il contatto tra studenti e datori di lavoro, facilitando la transizione tra ambiente universitario e carriera professionale.

4. TRIVIAL PURSUIT HOTEL – PAGA CON LA CONOSCENZA

Schermata 2019-05-17 alle 12.23.40

Il Trivial Pursuit Hotel, che aprirà le sue porte a pochi chilometri da Mosca dal 20 Maggio al 14 Giugno di quest’anno, vi dà la possibilità di pagare per una stanza lussuosa e tutti i comfort semplicemente rispondendo in modo corretto alle domande che vi verranno fatte durante il soggiorno. Detto in altre parole: più sai, meno paghi. Se vi state chiedendo perchè l’abbiamo incluso in una lista di bar e ristoranti, forse dovremmo dirvi che anche la qualità del cibo che vi verrà servito dipenderà dalla vostra cultura generale. Dare la risposta corretta ad una tipica domanda del gioco da tavolo Trivial Pursuit potrebbe, insomma, fare la differenza tra un’aragosta e un piatto di noodles istantanei.

5. CALIBURGER – PAGA CON IL SORRISO 

Schermata 2019-05-17 alle 12.23.49

A Pasadena, California, potete ordinare un hamburger con un sorriso. Grazie alla tecnologia di riconoscimento facciale, i clienti non devono fare altro che andare al ristorante e sorridere alla telecamera piazzata sul terminale per le ordinazioni per aprire in automatico il loro account personale, piazzare l’ordine utilizzando il touchpad e quindi pagare con un secondo sorriso rivolto alla telecamera. Al momento è anche necessario inserire il codice di sicurezza CVV della  carta di credito, ma CaliBurger ha in programma di eliminare al più presto quest’ultimo step.



Avete individuato qualche altro bar o ristorante in cui non serve necessariamente avere del denaro in tasca per comprare cibo e bevande? Fatecelo sapere scrivendo a info@fractals.it affinchè possiamo aggiungerlo alla nostra lista!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

© Fractals di Nausica Montemurro - Via B.Croce 17 07041 Alghero - P.IVA 02761310909 | PRIVACY