Trend Alert: Instagrammable Stores

CATEGORY / Fashion & Lifestyle TAGS / fashion, instagram, lifestyle, retail, trend alert Fractals LAB / Enerie DATE / novembre 7, 2018

TREND DEFINITION :

Negozi pop up costruiti attorno al concetto di “instagrammabilità”.

TREND HISTORY:

Di fronte al continuo bombardamento di post su Instagram e call to actions, i brand temono di perdere l’interesse e la lealtà dei propri clienti. Agire nel posto giusto al momento giusto può fare la differenza con questo tipo di consumatore sempre in movimento, abituato ad usare la tecnologia e guidato dal timore di perdersi prodotti ed esperienze che considera “unici”. I negozi vengono così (ri) disegnati per offrire esperienze completamente instagrammabili: i brand hanno infatti l’esigenza di concentrare la loro attenzione sui Millennial e sulla Generazione Z, che entro il 2025 rappresenteranno il 45% degli acquirenti sul mercato globale dei beni di lusso.

Questo non significa che debbano smettere di investire sul retail classico, ma di certo hanno la necessità di incontrare i gusti dei loro clienti pensandoli come “Social Moment Seekers”: ecco allora che “wow effects”, esperienze imprevedibili, servizi esclusivi e l’amore per tutto ciò che è “instagrammabile” diventano gli ingredienti chiave per attrarre questo target, composto principalmente da Millennial. Per soddisfare il proprio desiderio di “mettersi in mostra” i consumatori sono disposti a pagare per luoghi ed esperienze che consentano di evidenziare il loro lato migliore rappresentando uno stile di vita al di sopra della media. Se l’esperienza è di durata limitata, meglio ancora.
Il marketing moment-based è oggi all’apice. I pop up shop immersivi sono quindi il miglior modo per abbracciare il trend, specie se con il traino di vip ed influencer: veri e propri maestri nel creare momenti social agendo come Lifestyle Curators attraverso i loro feed. Basta pensare ai 67 milioni di interazioni totalizzate dal matrimonio Ferragnez, più del doppio di quelle generate dal Royal Wedding, per avere un’idea di come “un momento” possa essere pubblicizzato e sfruttato per incrementare sia l’audience che le entrate.

TREND EVIDENCES:

I retailer usano colori forti per creare vetrine a prova di Instagram con lo scopo di attirare l’attenzione del consumatore ed invitarlo ad esplorare l’interno. La nostalgia anni ‘90, unita al desiderio di divertirsi e passare bene il tempo sono il minimo comun denominatore dei luoghi e delle esperienze che si rivolgono ai Millennials: The Museum of Ice Cream, Dream Machine, Color Factory, The Museum of Selfies o  Candytopia, soltanto per menzionarne alcuni, sono stati tutti creati negli ultimi 2 anni per offrire un’esperienza instagrammabile. La stessa Fondazione Prada sta allestendo mostre perfette per Instagram, come l’ultima  Upside Down Mushroom Room di Carsten Holler. 

Tra i negozi The Riley Rose store, lo spinoff beauty di Forever 21, ha aperto un pop up a Los Angeles offrendo una serie di feature interattive quali stazioni per la prova dei prodotti o  pareti per i selfie, oltre che merchandising funny come un frigo rosa pieno di maschere per il viso e una vasca contenente bombe da bagno. I brand fanno leva su questo bisogno di trovare momenti social e instagrammabili tramite esperienze che vanno oltre il prodotto e si concentrano su valori che hanno presa sul target.   

Fondato da Rachel Schechtman, Story ha “il punto di vista di un magazine, cambia come una galleria, vende come un negozio”. Ogni quattro o otto settimane, lo spazio viene infatti completamente reinventato per raccontare una nuova storia, fornendo ai clienti una nuova ragione per visitarlo e nuove opportunità per scattare foto per Instagram.

Al “Chanel Beauty House” di Los Angeles si possono provare rossetti al bar, farsi selfie in una sala degli specchi progettata esattamente con questo scopo, o testare il make up tramite dei dispositivi per la realtà virtuale nel salotto.

Tiffany ha aperto il Blue Box Cafè anche ai non clienti con un menù di Tea e caffè a prezzi accessibili per permettere alle persone di postare foto delle loro “colazioni da Tiffany”.

In Agosto, The Museum of Ice Cream e Target hanno aperto al pubblico The Pint Shop, una location permanente che trasforma il food in un’esperienza multisensoriale . Il brand beauty Winky Lux ha dato vita ad uno spazio esperienziale a New York, e il sito web incarna a perfezione la mentalità di questo tipo di cliente: “If it didn’t happen on Instagram, it didn’t happen” (“se non è su Instagram, non è successo”).

Renault ha ospitato una serie di eventi automotive incentrati sulla Renault Clio. In linea con il trend, gli eventi presentavano una chiara tematica anni ‘90, creata per enfatizzare il concetto per cui “la Renault Clio è la vera Millennial, nata negli anni ‘90 e mai passata di moda”. Agli eventi, Renault ha fornito cibi e bevande anni ‘90. Nella zona dei giochi, i giovani adulti potevano rivivere la loro infanzia con  Twister, Tamagotchi e Pogs. L’intera esperienza era accompagnata da una playlist composta dalle star dell’epoca come Britney Spears o le Spice Girls, e i presenti potevano richiedere i loro brani preferiti utilizzando l’hashtag #ClioStyle.

Trend Alert

E voi? Avete individuato qualche negozio particolarmente “instagrammabile”? Inviateci le vostre foto o  osservazioni a info@fractals.it e potreste entrare a far parte del più grande network di ricerca “human-driven” che sia mai stato concepito!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

© Fractals di Nausica Montemurro - Via B.Croce 17 07041 Alghero - P.IVA 02761310909 | PRIVACY