Trend Alert: Move To Learn

CATEGORY / education TAGS / education, focus, physical literacy, trend alert Fractals LAB / Forma DATE / aprile 11, 2019

TREND DEFINITION:

Programmi che incoraggiano l’attività fisica a scuola per migliorare la concentrazione e il comportamento in classe.

TREND HISTORY:

La popolazione mondiale non si muove abbastanza, ed è un problema soprattutto per le generazioni più giovani.

L’obesità infantile continua a crescere negli Stati Uniti, mentre in Canada soltanto il 13 per cento dei bambini in età prescolare e il 9.5 per cento dei preadolescenti ed adolescenti rispetta le linee guida del “24 hour movement”, che indica la quantità minima di movimento necessaria ad una vita salutare.

Nel 2013, L’Organizzazione Mondiale della Salute aveva stimato che l’inattività stava costando circa 54 miliardi di dollari in spese mediche e altri 14 miliardi di dollari in mancata produttività.

Mentre cresce la consapevolezza in merito a queste tematiche, gli studi evidenziano come muoversi non solo abbia effetti benefici sulla salute, ma porti anche ad un miglioramento delle prestazioni cognitive e ad una riduzione dei problemi comportamentali.

Una ricerca pubblicata sul journal Pediatrics ha dimostrato che i ragazzi che fanno attività fisica sono meno irrequieti in classe e hanno più successo in matematica e nella lettura.

Il Dottor John Ratey,  esperto in neuropsichiatria e professore clinico associato alla Medical School di Harvard, ne ha spiegato chiaramente le ragioni:  “Muovendoci, stimoliamo le cellule nervose che usiamo per pensare, e quando sono stimolate sono più propense a entrare in azione”, ha dichiarato alla CNN.

É proprio per questo che anche la concentrazione migliora:

“Quando fai esercizio attivi il sistema dell’attenzione o, in altre parole, stai più attento”, ha aggiunto Ratey.

In questo contesto, sempre più scuole in tutto il mondo stanno adottando programmi che incoraggiano gli alunni  a fare più attività fisica tra una lezione e l’altra.

TREND EVIDENCES:

Alla Roland School in Canada sono particolarmente orgogliosi del loro Sensory Path: si tratta di una coloratissima “activity map” collocata sul pavimento del corridoio principale che dà ai bambini istruzioni quali saltare, accovacciarsi, fare flessioni e strisciare. Gli alunni seguono il percorso ogni mattina e dopo pranzo, per raggiungere le classi, con l’obiettivo di migliorare la concentrazione e seguire meglio le lezioni. Non solo, ma ogni volta che un insegnante nota dei problemi comportamentali in uno di loro, può mandarlo a rifare il percorso, per fargli scaricare le energie in eccesso.

Il Sensory Path è ispirato ad un’iniziativa simile lanciata ad Alberta nel 2015: si chiamava Don’t Walk in the Hallway, e aveva la stessa finalità di promuovere l’attività fisica a scuola.

Come parte del programma, alcune piastrelle dei pavimenti degli atri delle scuole venivano coperte con adesivi di colori accesi. Dirigendosi alle loro aule, i bambini potevano saltare da un adesivo colorato all’altro, creando dei percorsi di movimento.

Negli Stati Uniti, la  National Association of Physical Literacy fornisce alle scuole quelli che chiama video “BrainErgizer”: filmati di cinque minuti sviluppati in collaborazione con l’Università del Connecticut in cui si riproducono movimenti che, secondo la scienza, migliorano le performance cognitive.

Anche GoNoodle usa i video per promuovere l’attività fisica in classe. L’azienda afferma che negli Stati Uniti quattro scuole elementari su otto li stanno già utilizzando per incoraggiare gli alunni a fare esercizio.  

Active Schools, dal canto suo, s’impegna ad ampliare il tempo dedicato all’attività fisica a scuola, aspirando a far muovere i bambini per almeno 60 minuti al giorno.

Lanciato in Australia da un terapeuta occupazionale e un personal trainer per l’infanzia, The Kids Coach si definisce il “primo programma di fitness per bambini al mondo”. É un programma rivolto alle scuole di tutto il mondo e propone, tramite video, sessioni di esercizi scientificamente in grado di migliorare la concentrazione e l’apprendimento.

Schermata 2019-04-11 alle 00.55.45


Volete saperne di più su questo trend? Scriveteci a
info@fractals.it per richiederci un report approfondito.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

© Fractals di Nausica Montemurro - Via B.Croce 17 07041 Alghero - P.IVA 02761310909 | PRIVACY